top of page
  • Immagine del redattoreGiusi Pintori

Idrosadenite: l'aquila che credeva di essere un pollo.

C'era una volta un uovo d'aquila, messo nel nido di una chioccia. L'uovo si schiuse e l'aquila, cresciuta insieme ai pulcini, per tutta la vita fece quel che facevano i polli nel cortile. Un giorno vide sopra di lei un magnifico uccello: «Chi è quello?», chiese al vicino. «È l'aquila, la regina degli uccelli, ma non ci pensare. Tu ed io siamo diversi da lei». Così l'aquila morì convinta di essere una gallina.


Svegliamoci!

Questo e' ciò che accade per le persone che hanno l'idrosadenite suppurativa. La consapevolezza dell'idrosadenite e' andata avanti sino a un certo punto affiancando a questa patologia approcci e metodi analoghi ad altre patologie della cute solo perché si facevano minuscoli passi avanti nell'ascolto e negli studi.


Un mondo che ora potrebbe, ce lo auguriamo, cambiare davvero!


Quante volte ti sei sentito un pollo? Dal medico di medicina generale, dallo specialista, in famiglia, tra i compagni di scuola, gli amici e i colleghi.

"Come la fai grave?!" "Ma tu stai sempre male?"

"Non esagerare!" Ti vogliono tappare la bocca.

Un buon modo per mettere a tacere le persone e' sottovalutarle e non dare loro considerazione.

Un altro è colpevolizzarle. Se insistono, ferirle, in malo modo di modo che tacciano. E' così che inizia una storia di malattia e di abuso, bene che vada di sopruso.

"La malattia e' nella tua testa".


L'idrosadenite suppurativa (HS) è una malattia infiammatoria della pelle. E tutti la considerano così e così la trattano.

In realtà l'hs, diventa fonte di numerose citochine infiammatorie a causa dell'infiammazione cronica e ripetuta.

Poiché le cellule infiammatorie e le citochine transitano, abili come aquile, in tutto il corpo dall’organo infiammato, è stato ipotizzato che l’infiammazione cutanea mediata dall’HS influisca sul funzionamento sistemico di numerosi organi.

Recenti aggiornamenti alle indagini cliniche e sperimentali hanno rivelato che l’HS ha una connessione significativa con i disturbi infiammatori sistemici.

In effetti l'aquila e il pollo, sembrano simili, ma le loro differenze sono enormi. E questo ci dice che le persone con hs non sono i soliti polli nel pollaio.

L'hs, come intuiscono bene coloro che va vivono, e' un complesso di sintomi e disagi che non scompaiono semplicemente perché non si riconoscono .

Recenti studi (finalmente!) iniziano a dire che all'hs si associano altre malattie infiammatorie sistemiche ad essa dovute.

Allora e' davvero il caso di dirlo: non siamo polli.


Lungi da voler giocare agli scienziati pazzi, non

siamo scienziati ma nemmeno pazzi visionari, forse bisognerebbe iniziare a pensare all'hs per ció che e' realmente: una malattia con infiammazioni sistemiche, che fanno di lei un'aquila.


Questo è avvalorato anche in letteratura scientifica. E ci consola!

Perché un inizio che potrebbe spingere gli studi e l'assistenza sanitaria verso nuovi modelli nei quali, non ci sono sintomi da tenere a bada perché così si e' sempre detto e fatto, ma persone da curare, nella loro completezza e anche, diciamolo, complessità.


Fonte:

Saito-Sasaki N, Sawada Y. The Development of Systemic Inflammatory Diseases in Hidradenitis Suppurativa. Diagnostics (Basel). 2023 Jan 30;13(3):502. doi: 10.3390/diagnostics13030502. PMID: 36766606; PMCID: PMC9914736.


148 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page